Noto e dintorni: cosa visitare

Ciak Roncato ama la Sicilia e oggi vogliamo portarvi con noi in una dei nostri luoghi preferiti della Regione: Noto.

Noto è conosciuta come la perla del barocco, rasa al suolo per un terremoto alla fine del ‘600 fu ricostruita a circa 8 chilometri a valle del centro preesistente: gli architetti e gli ingegneri accorsi per dare nuova vita alla cittadina, soprattutto Rosario Gagliardi, scelsero per l’appunto lo stile in voga all’epoca, il barocco.

Il risultato finale sono oltre 50 edifici fra chiese, palazzi nobiliari, istituti religiosi, che lo storico Cesare Brandi definì “giardino di pietra, dove i fiori sono i campanili e le cupole”.

Non c’è modo migliore per descrivere Noto che dal 2002 è patrimonio dell’UNESCO oltre ad essere stata ribattezzata la capitale del Barocco.

Gli edifici costruiti in pietra calcarea alla luce del tramonto acquistano un fascino mirabile, sembrano infuocarsi di sole, l’architettura di Noto appare al visitatore come uno scenario magico, con un effetto unico.

Ecco perché se vi trovate nella Sicilia Orientale, non potete assolutamente perdervi una visita a Noto!

 

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere sempre nuovi itinerari e luoghi tutti da scoprire:

 

Cosa vedere a Noto in un giorno

Il centro di Noto è visitabile anche in 1 giorno a piedi purché non vi dimentichiate di non andare via prima del tramonto!

 

tramonto a Noto

Tramonto a Noto, Foto di Mike Ickx

 

Una gita a Noto inizia da Porta Reale, l’ingresso della città costruita nel 1838 in occasione della visita del Re delle Due Sicilie Ferdinando II: da qui parte Corso Vittorio Emanuele, la strada principale, dove si trovano gli edifici più importanti che vi lasceranno a bocca aperta.

A partire dalla Cattedrale di San Niccolò (chiamata anche il Duomo di Noto) simbolo indiscusso della città, si tratta di una chiesa scenografica con la sua imponente scalinata. La piazza stessa è un contrasto di colori e stili più caratteristici di Noto.

 

Duomo di Noto

Duomo di Noto, foto di Enrico Strocchi

 

Di fronte potrete ammirare il Palazzo Ducezio, oggi municipio, all’interno potete visitare la sala degli specchi, un salone sfarzoso e salire in cima alla sua terrazza panoramica e da cui scattare bellissime foto della Cattedrale.

 

Palazzo Ducrezio Noto

Palazzo Ducrezio a Noto, foto di Ralf Steinberger

 

Da qui sarà un susseguirsi d’innumerevoli altre splendide chiese come la Chiesa di San Francesco di Assisi, la Chiesa di Santa Chiara anch’essa con la sua terrazza panoramica, e ancora la Chiesa di San Domenico e la Chiesa di San Carlo.

 

Chiesa di San Carlo, Noto

Chiesa di San Carlo, foto di Herbert Frank

 

Vi suggeriamo di visitare anche il Teatro Tina di Lorenzo per ammirare i suoi preziosi interni, oltre al Palazzo Casteluccio costruito nel ‘700 come tutti gli edifici di Noto con la sua facciata neoclassica e il Palazzo Nicolacci con i suoi saloni.

All’interno del parco di Villa Landolina, invece troverete il Museo Civico di Noto che ospita testimonianze archeologiche e la galleria di arte contemporanea.

 

Cosa fare a Noto in un weekend

Se avete tempo a disposizione, vi suggeriamo di avventurarvi per le viuzze di Noto, troverete posti tipici, dove mangiare e tante sorprese, Noto è una delle mete perfette per andare in giro senza meta, perdersi e assaporare la tipica atmosfera siciliana.

E poi… Una bella sosta in una pasticceria storica dove poter gustare il gelato tipico è d’obbligo.

Potreste poi spingervi fino al Quartiere Agliastrello, non è la Noto artistica e barocca ma se volete respirare aria autentica, vale la pena di fare una passeggiata nel quartiere dove una volta vivevano le maestranze popolari.

Fuori le mura dirigetevi verso l’Eremo di San Corrado fuori dedicato al patrono della città con le grotte e il santuario.

Una visita molto interessante anche se raggiungibile solo in auto è quella alla città di Noto Antica, si tratta dell’antico abitato, dove sorgeva la città prima del terremoto che custodisce i resti di antiche strutture come il Castello e la chiesa di Santa Maria della Provvidenza rimasta intatta.

E infine godetevi anche il mare della Sicilia a Marina di Noto vi aspetta una spiaggia meravigliosa.

 

Eventi a Noto

Se vi trovate a Noto in maggio forse, sarete così fortunati da poter vedere l’infiorata di Noto con le vie ricoperte di opere realizzate interamente di fiori.

A Luglio invece si svolge il festival di arti effimere, dove le opere sono realizzate con i grani di sale colorato.

 

Cosa vedere a noto in una settimana

Cosa vedere nei dintorni di Noto vicino Siracusa

Questo territorio offre tantissimi luoghi, la Sicilia orientale e la valle di Noto sono costellate di perle indiscusse, storiche, culturali, artistiche e naturalistiche, borghi autentici e natura incontaminata.

Ovviamente vi consigliamo di andare anche a Siracusa visitare il suo centro storico Ortigia e magari riuscire a visitare anche Catania.

Nei dintorni di Noto però, vicinissima, vi vogliamo segnalare la riserva faunistica di Vendicari, è il tratto di costa incontaminato che ospita specie protette, ma anche le antiche rovina della città greca di Elloro, sempre da qui potete arrivare fino a Capopassero e all’isola delle Correnti.

 

Tonnara Vendicari Noto Sicilia

 

Per gli amanti dei siti archeologici c’è il Villaggio storico di Castelluccio con la sua vastissima necropoli.

Un’altra meta secondo noi imperdibile è la cittadina marinara di Marzameni uno dei borghi più belli e suggestivi d’Italia, la cui storia s’intreccia con quella dei pescatori del luogo, le loro casette, infatti, sono tratto distintivo di Marzamemi insieme alla Tonnara.

 

Consigli per partire organizzati al massimo

Per esplorare la Sicilia orientale parti con uno dei nostri zaini da viaggio, per una passeggiata nei borghi più suggestivi scegli uno dei nostri zaini urban o il marsupio wild in testa di moro, elegante e adatto anche per uscire la sera a immergersi nella movida.

 

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere sempre nuovi itinerari e luoghi tutti da scoprire: